Investire sui giovani per costruire il futuro

Investire sui giovani per costruire il futuro
Investire sui giovani per costruire il futuro

Alessandro Cianciaruso è amministratore delegato di SEAS (South East Aviation Services), società da lui fondata nel 2012, specializzata nel settore delle manutenzioni aeree e in esclusiva degli aeromobili della flotta Ryanair.

Dal 2017 è fondatore e Presidente di AEA – Aircraft Engineering Academy, la prima e unica accademia di alta formazione completa per tecnici manutentori aeronautici, dopo aver acquisito a titolo definitivo ISC di Verona – Ramo Part 147, impresa di addestramento certificata da ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) per il rilascio della licenza di manutentore aeronautico di tipo B1 e B2. Nel 2019, Alessandro Cianciaruso e SEAS entrano anche nella Fondazione ITS Aerospazio Siciliasottoscrivendo l’atto costitutivo, con l’obiettivo di sviluppare nell’isola siciliana attività di formazione tecnica aeronautica volte alla creazione di figure professionali da inserire nel mondo del lavoro.

SEAS è la società specializzata nella manutenzione degli aeromobili della flotta Ryanair. Dove e quando nasce la concessione esclusiva della flotta irlandese?

Dal 2007 ho lavorato per qualche anno in Irlanda, come tecnico manutentore aeronautico proprio della flotta Ryanair nella base di Dublino, prima di essere trasferito nella Base di Bergamo per coordinarne le fasi operative. In quegli anni Ryanair aveva affidato a una società inglese le attività di manutenzione della propria flotta, con la quale collaboravo dal punto di vista manageriale, essendo l’unico italiano presente. Dopo un anno di attività, avevo l’esperienza necessaria, tecnica e gestionale, per fare il grande salto. Decisi quindi di creare una mia società e di proporre a Ryanair di affidarle in esclusiva tutta l’attività manutentiva. La risposta della compagnia aerea irlandese fu positiva e nel 2012 nacque SEAS.

Come furono i primi anni di attività?

I primi anni non potevamo assicurare la copertura su tutto il panorama italiano; iniziammo con 12 dipendenti a Roma Ciampino, non la base più grande ma nemmeno la più piccola. Piano piano abbiamo allargato gli orizzonti: Pisa, Bologna, Bergamo e così via. Abbiamo aggiunto successivamente anche altri servizi come la supervisione delle operazioni presso gli scali dei vari aeroporti e gestione del centro direzionale delle tre aree critiche: area piloti, area assistenti di volo e area ingegneristica.

Negli ultimi due anni SEAS ha vissuto un’intensa crescita continua. Quali sono i motivi alla base di questo sviluppo?

L’espansione di SEAS è direttamente proporzionale alla crescita di Ryanair. Oggi la compagnia irlandese copre più della metà del trasporto aereo nazionale, grazie anche alle innovazioni introdotte proprio da SEAS.

Mercato del lavoro: qual è la situazione nel mondo manutentivo aeronautico?

Le risorse nel mondo aeronautico sono difficili da reperire. I dati pubblicati da Boeing e ENAC dimostrano come nei prossimi anni saranno richiesti centinaia di migliaia di tecnici, in diversi settori.

Quali sono secondo lei le principali motivazioni alla base di questa richiesta massiccia di tecnici? Conseguenza della crescita del settore aeronautico o generale mancanza di figure professionali in Italia?

Entrambe. Sicuramente il settore aeronautico in forte crescita porta con sé il fabbisogno di risorse ma è rilevata anche una generale carenza di personale disponibile. Il mercato della manutenzione aeronautica ha vissuto un grande boom negli scorsi decenni grazie allo sviluppo di Alitalia. Poi non c’è stata più formazione in ambito manutentivo, un intervallo che ha causato una lacuna di competenze in campo manutentivo. Per formare un tecnico ci vogliono 5 anni, per questo motivo abbiamo dovuto e voluto creare programmi di formazione capaci di formare le figure tecniche richieste.

La creazione e ricerca di tecnici altamente qualificati è quindi alla base della nascita di AEA – Aircraft Engineering Academy?

Esattamente. Nel 2018 nasce AEA, la prima e unica accademia in Italia di formazione completa per tecnici manutentori aeronautici, nasce proprio per rispondere alla richiesta di personale tecnico. Un format unico capace di unire formazione teorica e pratica, grazie al quale gli studenti ottengono una licenza e un posto di lavoro assicurato.

Nel 2019, l’anno successivo,è la volta della fondazione ITS Aerospazio Sicilia.

Insieme ad altri partner abbiamo creato una fondazione per promuovere corsi e attività formative in Sicilia. Abbiamo costituito un I.T.S. che offrirà, già a partire dai prossimi mesi, corsi sulla manutenzione aeronautica e sulla mobilità sostenibile.

Cosa significa l’ITS Aerospazio Sicilia per la Sicilia e per tutto il Sud Italia?

Un concreto investimento per lo sviluppo economico e comunitario della Sicilia e del Sud Italia, un territorio che soffre dal punto di vista occupazionale. La fondazione ha due obiettivi, creare competenze e garantire un placement del 100% dei corsisti.

Qual è il valore aggiunto di questi corsi di formazione?

Oggi si sente spesso parlare di corsi di formazione di tutti i tipi. E tanti offrono stage formativi, ma pochi riescono ad assicurare un posto nel mercato del lavoro a corso terminato. Gli obiettivi dei nostri corsi sono proprio la creazione di figure altamente specializzate con il successivo 100% di placement: una vera e propria occasione per i giovani. Per questo motivo non abbiamo inserito troppi vincoli e paletti d’ingresso, se non la conoscenza basica della lingua inglese, essenziale per il settore aeronautico.

Una realtà che guarda al futuro. L’età media dei dipendenti SEAS è infatti al di sotto dei trent’anni. Quali, secondo lei, le principali manovre e priorità che i governi/istituzioni devono attuare per accrescere lo sviluppo economico e comunitario del nostro Paese?

Sicuramente dovrebbe esserci più attenzione istituzionale; sviluppo di politiche giovanili come concrete detassazioni su assunzioni giovanili e campagne di assistenza economica e finanziaria verso quelle realtà che investono sui giovani e in programmi di formazione capaci di assicurare posti di lavoro.

 

Condividi

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Minerva, OZMO (2015, Breno - BS)

Nel fantastico mondo di OZMO

Intervista a OZMO, pioniere della Street Art in Italia e artista di fama internazionale.
NL

Valentina Aprea: a scuola di futuro

Intervista all’Onorevole Valentina Aprea, Membro della Camera dei Deputati italiana.

Simone Schiavetti: leadership di successo

Intervista a Simone Schiavetti, Managing Director presso Lyreco Italia Srl.
salvatore-aranzulla-1

Aranzulla: Intraprendenza e volontà

Intervista a Salvatore Aranzulla, fondatore di aranzulla.it