immagine trend comunicazione 2022
immagine trend comunicazione 2022
immagine trend comunicazione 2022

Pernice Perspective: i trend della comunicazione nel 2022

immagine trend comunicazione 2022
Pernice Perspective: i trend della comunicazione nel 2022
immagine trend comunicazione 2022
Michela Sieman
|

Pernice Perspective: i trend della comunicazione nel 2022

I responsabili di ogni reparto condividono i loro pensieri sulle tendenze della comunicazione

L’inizio del nuovo anno rappresenta un’ottima opportunità per pensare al futuro e per noi dello studio Pernice, abituati a guardare oltre, parlare dei trend è una regola!

Abbiamo chiesto ai responsabili di ogni reparto di condividere i loro pensieri sulle tendenze da conoscere nel 2022 per ogni ambito della comunicazione.

Questa è la Pernice Perspective.

Michele Ferruggia, Executive Director

Nonostante la spinta digitale, accelerata anche dalla pandemia, vedremo un cambio di rotta. La comunicazione dovrà generare nuove opportunità di interazione personale.

Marco Giacomini, Art Director

Il 2022 è l’anno delle prese di posizione. Voglia di movimento, astrazione e progettualità sono concetti che matureranno progressivamente, come monito per un futuro che possa tornare nelle nostre mani, da sognare prima e concretizzare poi. Più decisi, affermati e propositivi.
Questo, in ambito visivo, si traduce in accostamenti sperimentali tra forme e colori che strizzano l’occhio agli anni ’70, amplificandone la forza comunicativa per mezzo di illustrazioni e infografiche che semplificano l’apprendimento di concetti complessi, convertendoli in contenuti mainstream. La voglia di emergere e ricollocarsi porterà le aziende a pensare a forti rebranding e investimenti in nuovi media finora ignorati, perché il mercato non è più solo locale o nazionale.


Le opportunità potenziali sono ovunque arrivi internet e nei prossimi anni questa condizione sarà sempre più diffusa anche in luoghi e culture inesplorate. Questo rimescolerà le carte.
Parola d’ordine: personalità.

Giulia Piazzalunga, Press Office Specialist

Hybrid is the new black.

Dall’ufficio stampa al mondo dell’editoria e delle pubblicazioni, nel 2022 la fusione tra online e offline raggiungerà il suo massimo sviluppo, determinando uno standard per gli anni successivi. Le soluzioni ibride saranno fondamentali in qualsiasi tipo di attività, a partire dalle conferenze stampa, che non si svolgeranno più solo in presenza, perché verranno trasmesse anche live sui canali social e sulle pagine web degli interessati. Le riviste cartacee verranno affiancate dalle versioni digitali, valorizzate da link, video, contenuti interattivi; mentre i comunicati e le note stampa presenteranno QR Code per scaricare le versioni digitali degli stessi e le fotografie degli eventi in tempo reale. Un trend avviato nel 2021, che sicuramente fungerà da boost nel panorama Press Office ma che, allo stesso tempo, non riuscirà mai a sostituire il fascino della carta stampata e dei Press Kit.

Maciej Loos, Digital Director

AI e chatbots rappresenteranno uno step per l’automazione e il miglioramento dell’esperienza utente, tramite l’apprendimento continuo da parte delle macchine. In questo modo si può migliorare sempre di più il rapporto con la clientela e l’impostazione dei flussi in base alle reali necessità. Mi piace perché è un’evoluzione informatica, da semplice strumento diventa un assistente/collaboratore.


Alberto Pedruzzi, Media Production Coordinator

Like-less video. Quando si parla di creator si atterra automaticamente all’interno del mondo social dove è il video, ancora una volta, a crescere in termini di diffusione. Video che però va pensato nativamente digitale: le stories, e in generale i contenuti, prevedono un punto di vista sempre più personale, originale, coinvolgente; non lo spot televisivo proposto tale e quale sui social, che è condannato a rimanere pressoché invisibile, a causa di un utente sempre più rapido nella scansione del suo feed.

E allora, dopo che Instagram ha cancellato l’indicazione del totale dei like, l’attenzione degli utenti è tornata sui contenuti: che sia una Instagram story di una cena al ristorante o una di challenge TikTok con gli amici, vero fenomeno tra i più giovani, o ancora una review di prodotto su YouTube o una partita a un videogioco su Twitch, gli utenti ricercano (almeno) i loro 15 secondi di celebrità, quelli che ai tempi di Andy Warhol erano 15 minuti.

Marta Nozza Bielli, Head of Social

I riflettori saranno puntati sulla community! Il pubblico dovrà essere sempre più coinvolto nelle dinamiche dei brand che, da parte loro, dovranno costantemente monitorare il sentiment espresso in rete dal loro target di riferimento. Le chiavi del successo? Video, contenuti esclusivi e format Stories.

Per i social media manager, abituati ai cambiamenti repentini non solo delle dinamiche sui contenuti ma anche degli aspetti più tecnici delle piattaforme, sarà sempre più fondamentale aggiornarsi e confrontarsi con i colleghi del settore – della community, appunto. Solo così sarà possibile avventurarsi, senza farsi male, nel magico mondo dei social!


Nicholas Rucci, SEO Specialist

Mobile first! Le statistiche parlano chiaro: il 97% degli italiani possiede uno smartphone e trascorre 6 ore al giorno navigando sul web. Per risultare vincenti in una strategia di posizionamento, i siti web dovranno essere mobile friendly se non vorranno risultare a pagina 10 dei risultati sui motori di ricerca.

E a proposito di friendly, un ruolo chiave la giocherà anche la user experience. Il sito è come una poltrona: se non ci stai comodo, la cambi e se fai difficoltà a orientarti in un sito web, lo abbandoni!

Andrea Filetti, Sales Manager

Il trend che spero prenda sempre più forza all’interno del panorama italiano è l’utilizzo sistematico e funzionale di LinkedIn a scopo di business. Distinguere questa piattaforma da tutte le altre sarà la vera sfida di quest’anno ma anche per il futuro. Creare business non solo con meeting e PR ma anche la conoscenza digital può aiutare a definire accordi e nuove relazioni con gli stakeholders.

Quali tendenze si realizzeranno? Non ci resta che scoprirlo. Voi cosa ne pensate voi delle nostre previsioni?

Condividi

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Pernice Comunicazione nuovamente in campo per tifare il Parma Calcio [...]
La prossima edizione di Live in a movie parte sulla [...]
PARLACI DEL
TUO PROGETTO
Rendere il vostro messaggio protagonista.
Conoscere la vostra identità.
Incontrare un vostro sguardo.
Stringervi la mano, sentire la vostra voce,
come vi presentate, come ci salutate.

Pernice Editori
P.Iva: 03682600162

PARLACI DEL TUO PROGETTO

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Rendere il vostro messaggio protagonista.
Conoscere la vostra identità.
Incontrare un vostro sguardo.
Stringervi la mano, sentire la vostra voce,
come vi presentate, come ci salutate.

Pernice Editori
P.Iva: 03682600162

Contact Info

Pernice Comunicazione
Via S. Francesco D’Assisi 1 24121 Bergamo BG

[email protected]
+39 035 241227

Find us

Rendere il vostro messaggio protagonista.
Conoscere la vostra identità.
Incontrare un vostro sguardo.
Stringervi la mano, sentire la vostra voce,
come vi presentate, come ci salutate.

Pernice Editori
P.Iva: 03682600162

Contact Info

Pernice Comunicazione
Via S. Francesco D’Assisi 1
24121 Bergamo BG
[email protected] +39 035 241227

Find us